Breaking News
14 marzo prima giornata nazionale del paesaggio
TweetSharenews Il Mibact ha indetto per il 14 di...
D*Face e Obey a Las Vegas
TweetSharenews “Behind Closed Doors” è la nuova ed incredibile...
Da Aosta alla Scozia in sella ad un Ciao
TweetSharenews Avete capito bene, Hanry Favre ha caricato il...
Il destino incrociato di Dylan e Fo
TweetSharenews Per uno strano gioco del destino Dario Fo...
Le star di Hollywood contro Donald Trump
TweetSharenews Le elezioni negli Stati Uniti si avvicinano, incredibilmente...
Lo street artist Obey scende in campo dopo i fatti di Dallas
TweetSharenews Lo street artist di fama internazionale Shepard Fairey,...
Batman tra i profughi Siriani è la campagna di War Child
TweetSharenews Tra le tante tristi news noi vogliamo dare...

evento

 

jazz festival

Inizia oggi e prosegue fino al 30 novembre la quarta edizione del roma jazz festival. La parola d’ordine è Swing, un fenomeno musicale e danzareccio riscoperto che, in una parola, “friccica”.

Il festival consiste in conferenze, incontri, concerti ed eventi dove si balla; organizzato anche in onore del 40mo anniversario della scomparsa di uno dei compositori più famosi nella storia del jazz e simbolo dello swing: Duke Ellington, il festival ha un programma che promette davvero bene.

Lo swing nasce e si sviluppa negli anni ’30 negli Stati Uniti, proprio a cavallo della grande crisi del ’29 che ha gettato panico, preoccupazione e tristezza sul palcoscenico della vita reale; lo swing nasce quindi da queste rovine decadenti e diventa baluardo spassoso di gioia, allegria, positività e un ritmo quanto mai saltellante. Il New Deal inoltre era nell’aria e le persone ci credevano.

Non è un caso che proprio oggi sia resuscitato dalle ceneri di una crisi economica che ci ha sprofondati tutti nella disillusione e in una malinconia iperbolica, viscerale e quanto mai echeggiante.

Ma basta lamentarsi!

Ci sarà un New Deal anche per noi, basta crederci. E se non ci credete andate a farvi un giro al Roma Jazz Festival, chissà che non vi sia d’ispirazione per uscire dalla cantilena boriosa stile coro tragico del tram tram quotidiano.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *