Breaking News
14 marzo prima giornata nazionale del paesaggio
TweetSharenews Il Mibact ha indetto per il 14 di...
D*Face e Obey a Las Vegas
TweetSharenews “Behind Closed Doors” è la nuova ed incredibile...
Da Aosta alla Scozia in sella ad un Ciao
TweetSharenews Avete capito bene, Hanry Favre ha caricato il...
Il destino incrociato di Dylan e Fo
TweetSharenews Per uno strano gioco del destino Dario Fo...
Le star di Hollywood contro Donald Trump
TweetSharenews Le elezioni negli Stati Uniti si avvicinano, incredibilmente...
Lo street artist Obey scende in campo dopo i fatti di Dallas
TweetSharenews Lo street artist di fama internazionale Shepard Fairey,...
Batman tra i profughi Siriani è la campagna di War Child
TweetSharenews Tra le tante tristi news noi vogliamo dare...

Da venerdì 11 a giovedì 17 marzo 2016 – Cinema Massimo – via Verdi 18, Torino
Sommario:
11/14.03 – RETROSCENA. Morte di Danton – Breve rassegna di film tratti dal dramma di Büchner ( ore 20.30, Sala Tre)
13.03 – CINEMA CON BEBÉ – Il Piccolo Principe di Mark Osborne ( ore 10.30, Sala Uno) 14.03 – [Import] – Mountain di Yaelle Kayam (Sala Tre) 14.03 – CINEMAMBIENTE – Torino e le Alpi – Killer Slope di Geertjan Lassche ( ore 21.00, Sala Tre) 15.03 – DISTOPIE DEL PRESENTE – Etica e Sport – The Program di Stephen Frears (ore 17.00, sala Tre)
15/16.03 – MAGNIFICHE VISIONI – La favolosa storia di Pelle d’Asino di Jacques Demy (Sala Tre)
16.03 – CINEMA E PSICOANALISI – Last Night di Massy Tadjedin ( ore 21.00, Sala Tre)

DA VENERDÍ 11 A LUNEDÍ 14 MARZO – SALA TRE
RETROSCENA – Morte di Danton. Breve rassegna di film tratti dal dramma di Büchner
In occasione dello spettacolo La morte di Danton diretto da Mario Martone, che ha debuttato a febbraio, proponiamo una breve rassegna di film tratti dal dramma di Georg Büchner. Al centro del racconto gli ultimi giorni del Terrore, la caduta di Georges Jacques Danton nel 1794 e l’antagonismo che lo contrappone a Robespierre. L’iniziativa è realizzata in collaborazione con il Teatro Stabile di Torino. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Calendario delle proiezioni:

Andrzej Wajda
Danton
(Francia/Polonia 1983, 136’,Hd, col., v.o. sott.it.)
Nell’autunno del 1793, la Repubblica francese attraversa un periodo di grave crisi. All’esterno le sue frontiere sono minacciate dalle forze realiste, all’interno deve affrontare la carestia, l’inflazione e la lotta tra le diverse fazioni. Danton chiede la fine del bagno di sangue che inonda la Francia, ma questo scatena il conflitto con Robespierre.
Ven 11, h. 16.00/Dom 13, h. 20.30

Hans Behrendt
Danton
(Germania 1931, 92’, video, b/n, v.o. sott.it)
Il drammatico declino di Georges Jacques Danton (ancora molto amato dal popolo) in seguito ai conflitti interni sorti dopo la rivoluzione. Fino a quando, nel 1794, muore per mano del rivale Robespierre, descritto come un demagogo calcolatore, divorato dall’invidia e dalla diffidenza.
Ven 11, h. 18.30

Eric Rohmer
La nobildonna e il duca / L’anglaise et le duc
(Francia 2001, 125’,video, col., v.o. sott.it.)
Il film di Rohmer si ispira ai diari di Grace Elliott, giovane dama scozzese che rimase bloccata a Parigi nei giorni della Rivoluzione. Il film, infatti, descrive i giorni del Terrore, ma anche il legame della donna con Philippe d’Orléans, cugino di Luigi XVI, cui Grace, però, non perdona il voto in favore della messa a morte del Re.
Sab 12, h. 16.15

Benoit Jacquot
Les adieux à la reine
(Francia 2012, 100’, Hd, col., v.o. sott.it.)
A Versailles, nel luglio del 1789, c’è una crescente agitazione negli ambienti vicini alla corona: nonostante nessuno creda davvero che l’ordine costituito stia per essere spezzato, si fanno piani di fuga. Tra le dame di Maria Antonietta c’è Sidonie Laborde, che dovrà vestire i panni della favorita della regina mentre questa tenta la fuga. Tratto dal romanzo Addio mia regina di Chantal Thomas.
Sab 12, h. 18.30/Lun 14, h. 15.30

DOMENICA 13 MARZO, ORE 10.30 – SALA UNO
L’incantevole versione del Piccolo Principe di Mark Osborne per CINEMA CON BEBÈ.
Nuovo appuntamento di Cinema con bebè, l’iniziativa del Museo Nazionale del Cinema e del mensile Giovani Genitori che prevede una proiezione mattutina dedicata alle famiglie con bebè e bambini piccoli, per domenica 13 marzo alle ore 10.30 presso la Sala Uno del Cinema Massimo con Il Piccolo Principe: un classico senza tempo tornato da pochissimo al cinema in una nuova, incantevole versione.

Mark Osborne
Il Piccolo Principe / Le Petit Prince
(Francia 2015, 108’, DCP, col.) Un vecchio, eccentrico aviatore e la sua nuova vicina di casa: una bambina molto matura trasferitasi nel quartiere insieme alla madre. Attraverso le pagine del diario dell’aviatore e i suoi disegni, la bambina scopre l’esistenza del Piccolo Principe, un enigmatico ragazzino giunto da un altro pianeta.
La proiezione (della durata complessiva di circa 108’) si svolgerà a volume ridotto e luci soffuse. Ci saranno a disposizione fasciatoi, scalda-biberon, pannolini e passeggini parking, oltre all’immancabile merenda offerta da Novacoop Club 4-10 e Tapporosso Centrale del Latte.
Il biglietto è ridotto (4 euro) per tutti, adulti e bambini. Ingresso gratuito per bimbi 0-3 anni.
Presentando nella stessa giornata il biglietto del Cinema Massimo alla Mole Antonelliana, i genitori potranno accedere a tariffa ridotta (8 euro) per il Museo, mentre l’ingresso sarà gratuito per i ragazzi fino a 18 anni.
Cinema con bebè è realizzato in collaborazione con Novacoop, Unipol, Assipiemonte e Tapporosso Centrale del Latte.

LUNEDÍ 14 MARZO, ORE 18.00 – SALA TRE
Gli [Import] di marzo sono Mountain di Yaelle Kayam e 11 minuti di Jerzy Skolimowski.
Continua il fortunato appuntamento mensile [Import], che si propone di portare in sala film recentissimi, che hanno ricevuto grandi consensi nei festival internazionali, ma che non hanno trovato distribuzione in Italia.
Questo mese due film diversissimi tra loro ma sorprendenti per libertà espressiva e freschezza di sguardo, entrambi presentati in prima mondiale a Venezia 2015. Mountain è l’esordio nel lungometraggio di una giovane e talentuosa regista israeliana, che ha ottenuto il sostegno del Torino Film Lab.
Il secondo film è 11 minuti e sarà proiettato solo mercoledì 23 marzo alle ore 21.00 nell’ambito del Festival ‘Slavika’ (https://polskikot.wordpress.com). E’ il nuovo film – ancora senza distribuzione in Italia – del grande cineasta polacco Jerzy Skolimowski, cui abbiamo dedicato una retrospettiva completa nel 2012. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Calendario delle proiezioni:

Yaelle Kayam
Mountain
(Israele/Danimarca 2015, 83’, DCP, col., v.o. sott.it.) Gerusalemme. Una donna devota vive con la famiglia nel cimitero ebraico sul Monte degli Ulivi. Durante il giorno, quando il marito e i figli sono via, passeggia nel cimitero, mentre la notte cerca di avvicinarsi al suo uomo, con cui ormai c’è una grande distanza. Poi, una sera, la donna inizia a girare per il cimitero finendo per assistere a una scena sconvolgente…
– Lunedì 14 marzo, h. 18.00
– Martedì 22 marzo, h. 20.30
– Sabato 26 marzo, h. 16.00
– Domenica 27 marzo, h. 18.30
– Mercoledì 30 marzo, h. 18.15

Jerzy Skolimowski
11 minuti / 11 minut
(Polonia/Irlanda 2015, 81’, DCP, col., v.o. sott.it.) Un marito geloso e la sexy moglie attrice; un viscido regista di Hollywood; un corriere della droga; una ragazza disorientata; un ex criminale che vende hot dog; uno studente problematico; un lavavetri in pausa senza permesso; un anziano ritrattista; una squadra di paramedici e un gruppo di suore affamate. Le vite e gli amori di tutti loro si intrecciano in soli undici minuti.
– Mer 23, h. 21.00 – Introduzione a cura di Alessandro Ajres, Marta Cardinale e Francesca Prestia

LUNEDÍ 14 MARZO, ORE 21.00 – SALA UNO
Torna CinemAmbiente presenta Torino e le Alpi con la proiezione di Killer Slope di Geertjan Lassche.
Dopo il successo del primo ciclo di proiezioni torna CinemAmbiente presenta Torino e le Alpi con 3 nuovi appuntamenti a cadenza mensile. Come ormai tradizione verranno presentati i migliori film che affrontano la montagna e i temi ad essa collegati, accompagnati da esperti e protagonisti che incontreranno il pubblico. In attesa dell’edizione 2016 di CinemAmbiente che si svolgerà dal 1 al 6 giugno. Al termine della proiezione incontro con il giornalista Roberto Mantovani e l’alpinista Fauso De Stefani. Modera Enrico Camanni. Distribuzione biglietti gratuiti in cassa a partire dalle 20.30.

Geertjan Lassche
Killer Slope
(Olanda/Nepal/Cina 2014, 105’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Dopo gli incidenti mortali che coinvolsero due scalatori olandesi nel 2009 e nel 2011, il giornalista d’inchiesta Geertjan Lassche decide di seguire nell’aprile del 2014 una nuova spedizione sul Cho Oyu, la sesta montagna più alta al mondo. Lassche prova a far luce su quali siano le vere dinamiche all’interno di un gruppo eterogeneo di persone che partecipano a una simile impresa e soprattutto su quale sia il confine tra realtà e immaginazione, tra responsabilità e protagonismo, termini che spesso faticano a convivere in alta quota.

MARTEDÍ 15 MARZO, ORE 17.00 – SALA TRE
Per DISTOPIE DEL PRESENTE – Etica e sport proiezioni di The Program di Stephen Frears.
Nuovo appuntamento della rassegna DISTOPIE DEL PRESENTE dedicato a etica e sport con la proiezione del film The Program di Stephen Frears. La rassegna è organizzata dal Museo Nazionale del Cinema in collaborazione con l’Associazione Universitaria CinePhilo dell’Università di Torino.
L’epoca in cui viviamo è un’epoca di speranze e sogni legati ai progressi della scienza e della tecnologia. La rassegna Distopie del presente (che si terrà fino giugno) vuole essere un’occasione per riflettere sul rapporto tra scienza ed etica a partire da film che esplorano le promesse, i pericoli e le contraddizioni dello sviluppo tecnologico nell’ambito della politica, della guerra, della medicina, dello sport e dell’ambiente. Interverranno all’incontro su Etica e sport i professori Luca Bertolino (Etica dello sport), Marco Vincenti (Chimico e direttore del CAD di Orbassano) e Antonio Sacco (Psicologia dello sport). Ingresso euro 4 (euro 3 studenti universitari).

Stephen Frears
The Program
(Gran Bretagna/Francia 2015, 107’, DCP, col., v.o. sott.it.)
Lance Armstrong è ossessionato dalla vittoria. Guarito da una terribile malattia, la sua sete di vittoria non si placa, tanto da spingerlo a organizzare un vero e proprio “programma” atto ad aggirare ogni buona norma
della competizione sportiva. Film biografico, tratto dal libro del giornalista David Walsh, tenta di far chiarezza su una delle vicende più controverse e discusse del panorama sportivo contemporaneo.

LUNEDÍ 15 E MARTEDÍ 16 MARZO – SALA TRE
Per MAGNIFICHE VISIONI proiezioni del film di Jacques Demy La favolosa storia di Pelle d’Asino.
Nuovo appuntamento di MAGNIFICHE VISIONI – Festival Permanente del Film Restaurato con la proiezione del film La favolosa storia di Pelle a’Asino di Jacques Demy. In replica mercoledì 16 alle ore 18.00. Il film è introdotto da Andrea Borini. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.
Il programma di MAGNIFICHE VISIONI. Festival Permanente del Film Restaurato propone, a seguito del grande successo di pubblico e di critica delle scorse edizioni, diversi appuntamenti mensili con i capolavori del cinema, dall’età d’oro del cinema classico, spaziando dal muto fino alle nouvelles vagues degli anni ’60 e oltre, in copie restaurate provenienti dalle più importanti cineteche del mondo.

Jacques Demy
La favolosa storia di Pelle d’Asino / Peau d’âne
(Francia 1970, 89’, Hd, col., v.o. sott.it.)
Trasposizione fedele della favola di Charles Perrault, che racconta la storia della bella principessa che, per sfuggire alle nozze col padre, si fa vestire con una pelle d’asino dalla sua fata madrina. Conoscerà un principe e sarà lieto fine. Musical moderno colorato e brillante.

MERCOLEDÍ 16 MARZO, ORE 21.00 – SALA TRE
Per CINEMA E PSICOANALISI – L’inatteso proiezione di Last Night di Massy Tadjedin.
Nuovo appuntamento del secondo ciclo di proiezioni organizzate da Museo Nazionale del Cinema e il Centro Torinese di Psicoanalisi dal titolo Cinema e psicoanalisi – L’inatteso.
La rassegna mostra come il cinema riesca a trasmettere con appassionante intensità l’esperienza psichica dell’impatto immediato ed inconsapevole di avvenimenti, incontri, apparentemente casuali, comunque inattesi. A queste esperienze la psicoanalisi dedica un’attenzione particolare considerandole momenti preziosi ai fini della possibilità di nuove esperienze trasformative. Al termine incontro con Giuseppe D’Agostino. Ingresso 6.00/4.00/3.00 euro.

Massy Tadjedin
Last Night
(Usa 2010, 90’, Hd, col., v.o. sott.it.)
New York. Una giovane coppia innamorata e benestante, viene messa alla prova nella stessa notte: mentre Michael è in viaggio di lavoro con la sua nuova e sexy collega Laura, sua moglie Joanna incontra per caso l’altro grande amore della sua vita. Nell’arco di sole trentasei ore, i due saranno costretti a confrontarsi con scelte che non avrebbero mai pensato di fare.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *