Breaking News
14 marzo prima giornata nazionale del paesaggio
TweetSharenews Il Mibact ha indetto per il 14 di...
D*Face e Obey a Las Vegas
TweetSharenews “Behind Closed Doors” è la nuova ed incredibile...
Da Aosta alla Scozia in sella ad un Ciao
TweetSharenews Avete capito bene, Hanry Favre ha caricato il...
Il destino incrociato di Dylan e Fo
TweetSharenews Per uno strano gioco del destino Dario Fo...
Le star di Hollywood contro Donald Trump
TweetSharenews Le elezioni negli Stati Uniti si avvicinano, incredibilmente...
Lo street artist Obey scende in campo dopo i fatti di Dallas
TweetSharenews Lo street artist di fama internazionale Shepard Fairey,...
Batman tra i profughi Siriani è la campagna di War Child
TweetSharenews Tra le tante tristi news noi vogliamo dare...

#arte

26 ottobre – 9 novembre  a cura di Tommaso de Benedictis presso lo “Studio 123″ – Via dei Volsci 123, Roma

Entrata Gratuita

In occasione della prima edizione di Rome Art Week, dal 26 ottobre The Orange Garden è lieto di presentare aporia, una mostra collettiva di artisti emergenti, i cui lavori spaziano dalla fotografia alla scultura e dalla pittura alle installazioni concettuali e al video art.

Aporia – a·po·rì·a: difficoltà insolubile in cui si imbatte il ragionamento; il primo passo verso la consapevolezza.

Nello stato di aporia, di blocco mentale, siamo chiamati a riesaminare i nostri modi di pensare e di percepire il mondo che ci circonda. Ma per fare quel passo in avanti verso la consapevolezza l’individuo deve agire, decidendo di mettersi in discussione.

In quale modo le nostre azioni o inazioni determinano il nostro rapporto con l’ambiente? In che maniera il nostro microcosmo influenza il macrocosmo? Come può la nostra percezione influenzare il rapporto con gli altri?

Proponiamo uno stato in cui le differenze non sono più in conflitto e la polarizzazione non è più una forza discordante, ma costruttiva e benefica. Questo stato non nasce dalla completa comprensione di tutte le vie alternative possibili, ma dallo sforzo di metterle in relazione. L’obiettivo è di creare una struttura organica dove la tensione stessa, nata dal discordo tra questi ideali, diventa fautrice dell’unificazione di forze antitetiche. Le opere in Aporia si prestano come espressione di questa relazione tra concetti dicotomi.

Artisti:

Leonardo Crudi b. 198, vive e lavora Roma

Gaia di Lorenzo b. 1992, vive a lavora a Roma

Eleanor Begley b. 1993, Oxford University, Oxford

Pietro Pasolini b. 1992, vive e lavora tra New York e Capalbio

Rene Wagner b. 1983, vive e lavora a Kassel

Carlotta Roma b. 1994, Slade School of Art, Londra

Lucrezia de Fazio b. 1992, Central St. Martins, Londra

G.B. Group

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *