Breaking News
14 marzo prima giornata nazionale del paesaggio
TweetSharenews Il Mibact ha indetto per il 14 di...
D*Face e Obey a Las Vegas
TweetSharenews “Behind Closed Doors” è la nuova ed incredibile...
Da Aosta alla Scozia in sella ad un Ciao
TweetSharenews Avete capito bene, Hanry Favre ha caricato il...
Il destino incrociato di Dylan e Fo
TweetSharenews Per uno strano gioco del destino Dario Fo...
Le star di Hollywood contro Donald Trump
TweetSharenews Le elezioni negli Stati Uniti si avvicinano, incredibilmente...
Lo street artist Obey scende in campo dopo i fatti di Dallas
TweetSharenews Lo street artist di fama internazionale Shepard Fairey,...
Batman tra i profughi Siriani è la campagna di War Child
TweetSharenews Tra le tante tristi news noi vogliamo dare...

novembre 13th, 2016
Girogirocorto film festival

image

cinema

2 serate all’insegna della creatività e convivialità

Il 27 e 28 ottobre 2016 si è tenuta ad Altroquando la prima edizione del Festival Girogirocorto nella Libreria di Altroquando. Sono stati presentati 12 cortometraggi In Concorso e 3 titoli Fuori Concorso riguardanti tematiche come l’Integrazione e sull’immigrazione.
L’idea è stata di Matteo Bonanni, a cui si è aggiunto poi il regista emergente Gianlorenzo Lombardi, Martina Bernabale e in seguito un’equipe di volontari composta da Giangiorgio Macdonald, Andrea Rabbito, Francesco Marchini, Maria Giaccio, Margherita Lombardi… Concepita come impresa totalmente autofinanziata, avvenuta con la collaborazione della Libreria Altroquando dove si è tenuto l’evento, quella di Girogirocorto è un’iniziativa cinefila in cui i due selezionatori principali hanno dovuto scegliere tra 100 cortometraggi arrivati da Italia, Francia, Colombia, Spagna. È stata principalmente la loro passione per il cinema a seguirli in questo compito.
I premi sono stati poi scelti da una giuria di professionisti composta dal presidente Michele Picchi (sceneggiatore e  regista), l’attore Luchino Giordana e il regista Luigi Pane che hanno accettato ben volentieri questa missione.
“Bajo el jardin”, storia di realismo fantastico e delle vicende legate a una bambola che sembra diventare un bambino grazie alla diligenza della sua padrona, ha vinto il premio della giuria all’unanimità: la regista 26enne Eliana Niño poco più che studente è stata lodata per la raffinatezza delle sue inquadrature e la maniera di raccontare una storia, ricorrendo per la gran parte a bellissime immagini evocative.
Il premio del pubblico è andato invece a “Laisse-moi” realizzato da Tommaso Gorani nel quadro della scuola della Cité di Luc Besson: anche in questo caso si tratta di un film ben apprezzato dalla giuria, ma soprattutto dagli spettatori che che si sono commossi alla storia di un figlio che cerca in tutti i modi di riportare la madre depressa in ambito lavorativo con molte difficoltà.

girogigirocorto-vincitori
Tra i volontari dello staff il fotografo ufficiale Francesco Marchini riporta:
“Ho apprezzato molto l’atmosfera che si è riuscita a creare, intima e ufficiale allo stesso tempo. Assistere alla proiezione di un corto, o di un film che sia, immersi in un ambiente cosi raccolto è davvero un’altra cosa. Ottima la selezione dei cortometraggi, e bravi i presentatori. E soprattutto: nonostante fosse la primissima edizione-esperienza, alla fine i vari momenti della serata sono stati gestiti tutti bene.”

Secondo le parole di Luigi Pane, eventi come questo sono da sostenere:
“Queste sono iniziative che fanno bene al cinema e a chi vuole farne parte. E quindi spero che questa sia la prima di tantissime edizioni: perché il cinema è sogno, ma non di quelli che si fan da soli. Eventi come questi creano dibattito e discussione, creando un motore che è alla base delle idee del cinema stesso”.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *